Bed and Breakfast Bologna
Via F.lli Rosselli, 10 40121 Bologna Italy
+39 051 520485

Bed and Breakfast Farinelli Bologna centro - 400 metri dalla stazione centrale
Via F.lli Rosselli 10 - Tel.051 520485 - Cell.339 2623945 - Email. info@bedandbreakfast.bo.it

Email Print Google+
Libri, illustrazioni, animazione, editoria digitale, applicazioni, creatività,...
17/03/2017
Bologna offre ai suoi visitatori un’ampia scelta di locali di qualità per...
10/03/2017
Dal 17 al 20 marzo l’appuntamento con la bellezza e con la cura del corpo si...
09/03/2017

Prezzi B&B  >>>

"Mille grazie per una bella camera - per gentilissima gente :) mille grazie per tutto. Naturalmente anche mille grazie per la pasta fresca è stata...
Newsletter
INFORMATIVA PRIVACY (art. 13 D. Lgs. 196/2003)

La informiamo, ai sensi dell'art. 13 del D.lgs 196/2003 recante disposizioni a tutela delle persone e di altri soggetti, che i dati personali da Lei forniti saranno trattati nel rispetto della citata normativa solo per le finalità connesse al servizio, da lei richiesto, e non verranno comunicati a terzi.

Chiudi

Cinque cose da vedere a Bologna

Il Bed and Breakfast Farinelli vi guida alla scoperta della città:


1) Piazza maggiore e Basilica di San Petronio


Piazza Maggiore è il centro della vita cittadina, su cui affacciano i principali palazzi pubblici della Bologna medievale: 

Il Palazzo del Podestà (la più importante autorità del Comune), risalente agli inizi del XIII secolo, il Palazzo dei Notai, secoli XIV e XV, Palazzo d'Accursio, o Palazzo del Comune, XIII e XIV secolo, al cui ingresso è situata la statua in bronzo di Papa Gregorio XIII, bolognese e riformatore del calendario. 

Nell’attigua Piazza del Nettuno si trova invece il Palazzo Re Enzo così chiamato perchè vi fu tenuto prigioniero per 23 anni Re Enzo di Sardegna figlio di Federico II, oltre alla celebre Fontana del Nettuno.

La Basilica di San Petronio è una delle più estese chiese al mondo nonché l'ultima grande opera gotica realizzata in Italia. I lavori di costruzione iniziarono nel 1390 e durarono fino al XVII secolo causando, per farle spazio, la demolizione di torri, abitazioni private e ben otto chiese.
Al suo interno opere di Giovanni da Modena, Parmigianino, Giulio Romano e Masaccio, oltre alla Meridiana del Cassini, la più grande al mondo.

 

 

2) Le Due Torri


Costruite intorno al 1200, le Due Torri sono diventate il simbolo di Bologna: la torre degli Asinelli, costruita dalla nobile famiglia degli Asinelli tra il 1109 e 1119, e la Garisenda, contemporanea all'altra. Quest'ultima fu costruita dai Garisendi, è alta 48 metri e poichè inclinata e stata abbassata nel 1300. 

 

 

3) Complesso di Santo Stefano


Il Complesso di Santo Stefano detto anche delle 7 Chiese si articola in una serie di edifici sacri (appunto 7, tra chiese, cappelle e monastero) davanti ai quali si apre la splendida piazza triangolare con la pavimentazione a ciottoli che discende verso la facciata della chiesa principale, detta del Crocifisso.

Accanto ad essa si distinguono l'ottagono del S. Sepolcro (originario del V secolo) e la romanica chiesa di S. Vitale e Agricola. Dietro si apre il Cortile di Pilato, sul quale si affacciano altre 2 chiese (della Madonna di Loreto e della Trinità) e 3 cappelle (di S. Girolamo, S. Giuliana e della Consolazione). Da qui si raggiunge il meraviglioso Chiostro dei Benedettini, il cui portico risale al 1100.

 

 

4) Pinacoteca Nazionale


Al suo interno sono esposte opere di Raffaello, Tiziano, Tintoretto, Guido Reni, dei fratelli Caracci e molti altri artisti che dal XIII all'inizio del XIX secolo sono stati legati alla storia cittadina.
Il nucleo iniziale della raccolta è costituito da una donazione di Monsignor Francesco Zambeccari e il patrimonio si è poi arricchito nel corso degli anni con il contributo di donazioni di privati, lasciti ed acquisizioni statali, fino a renderla una delle più importanti raccolte museali italiane.

 

 

5) San Luca


Il Santuario della Madonna di S. Luca si trova sul Colle della Guardia e si può raggiungere a piedi attraverso portico composto da 666 archi che parte da Porta Saragozza. Le arcate del portico, costruito per proteggere i numerosi pellegrini dalla pioggia, coprono tutti i 3,6 km del percorso, e lungo il cammino vi sono disseminate 15 cappelle raffiguranti i misteri del rosario.
La meravigliosa e suggestiva posizione panoramica che domina tutta la pianura padana vale però la fatica di un po’ di strada in salita.

Cinque cose da vedere a Bologna